Intervista a P. Gabriele Amorth –16-

Tratto da: Esorcismo e preghiere di liberazione

* * *

Ho notato, con molta paura, che il male si accanisce sulla persona più debole della mia famiglia, che è lontana da Dio. Da questo dipende la sua debolezza? In questo caso come difendere questa persona che non prega e non si vuole far aiutare? Una madre.

E’ il dolore di tante mamme di avere un figlio, una figlia lontani da Dio ed è un dolore anche per certi figli vedere uno dei genitori lontano da Dio. Cosa debbono fare? L’esempio prima di tutto! E’ importante, e oggi manca, abituarsi alla preghiera familiare fin da piccoli e proseguire anche da grandi. Ho conosciuto e conosco varie famiglie in cui hanno cominciato tutti, genitori e bambini, a pregare insieme in casa man mano che crescevano ed hanno continuato sino ad oggi anche se i figli sono diventati grandi. Oggi molte volte questo non c’è, la preghiera in famiglia è sparita. Un tempo era rarissimo che una donna lavorasse; le donne facevano le mamme. Oggi invece molte volte diventa necessario che la donna lavori. Accade allora che i bambini crescono da soli, trovano i compagni e fanno quello che fanno i compagni. “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”: la salvezza della gioventù è quella di frequentare gruppi buoni in cui ci sono compagni buoni. Lo sfacelo è incontrarsi anche con un solo compagno cattivo, li rovina. Cosa bisogna fare in questi casi? Il buon esempio senza dubbio è sempre fondamentale. In questi giorni mi è capitata una mamma con dei figlioli ai quali ho chiesto se vanno a messa ogni domenica. Mi hanno detto “un po’ sì ed un po’ no”, ed allora ho chiesto alla mamma: “E lei ci va a messa la Domenica?” mi ha risposto “Un po’ sì ed un po’ no”. Vedete allora che manca proprio l’esempio; prima di tutto è importante la testimonianza. Perché l’esempio sia completo è necessario che padre e madre preghino insieme con i loro figlioli. Accennavo un’altra volta a quella ragazza che andando da Padre Pio diceva: “Padre Pio sono fidanzata, ci vogliamo bene, ci rispettiamo, siamo decisi a sposarci, solo che lui è credente, ma non è praticante”. Padre Pio è stato inesorabile: “Lascialo! Come vuoi formare una famiglia cristiana se i genitori non sono tutti e due credenti e praticanti?” Voi vedete anche lo sfascio di tante famiglie, genitori che anche dopo tanti anni di matrimonio si separano perché non c’è Dio a cementare la loro unione.L’uomo non divida ciò che Dio ha unito”, non rispettano più le leggi di Dio e allora si arriva anche alla separazione. Come può fare una mamma che ha il figlio che non prega? Con il buon esempio e le raccomandazioni. Vedete come la Madonna non si stanca di ripeterci sempre le stesse cose “Pregate, pregate, pregate” ed anche una mamma non deve stancarsi di dare buoni consigli e buoni ammonimenti. Raccomandarci alla misericordia di Dio perché senza la Sua misericordia non siamo buoni a niente.

Mi chiamo Ida e vorrei dare gloria al Signore per le sue immense meraviglie. Alla fine dello scorso agosto iniziò una grande sofferenza per la mia famiglia. Mia figlia rimase incinta, e il medico del laboratorio, molto preoccupato, disse di aver ripetuto gli esami per due volte in due centri diversi, ma in entrambi i casi risultava un virus che avrebbe potuto provocare gravi malformazioni al feto. Parlando con il medico curante ci disse che sarebbe stato meglio abortire visto che la gravidanza era appena all’inizio e vedendo in me, grazie alla mia fede, la fermezza di consigliare mia figlia a proseguire la gravidanza, mi rimproverò parlandomi di diritto morale e civile nell’evitare di mettere al mondo un handicappato. Dello stesso parere era anche la maggior parte dei parenti e degli amici. Prenotai una visita ginecologica privata, ma fu un’ulteriore delusione, così mi recai in chiesa a pregare: era l’unico modo per poter salvare tutto. Cominciai a fare ore di adorazione, sette messe allo Spirito Santo, sacrifici infiniti, fino a quando il 4 Maggio ero certa che Dio mi aveva esaudito. Il 4 maggio è nato un bambino bellissimo e sano. Ora voglio dire a ciascuno di voi: continuate a pregare e siate perseveranti, perché Dio ascolta sempre le nostre preghiere.

E’ un episodio che fa pensare perché è piuttosto frequente. Molte volte una giovane madre viene sollecitata dai genitori stessi, dai medici, dagli amici, dalle amiche ad abortire. L’aborto è un delitto, prega invece perché quel figlio nasca sano nonostante le previsioni dei medici: tante volte avviene che il bimbo nasce sano, e se non nasce sano vuol dire che quella sarà una croce che tu porterai e che ti otterrà tante grazie da Dio, ma mai si può uccidere! Quinto comandamento “Non uccidere” anche se purtroppo quasi tutti gli Stati, i cosidetti vecchi Stati cattolici, Italia, Francia, Spagna, Portogallo hanno previsto nelle loro leggi la possibilità di abortire. E’ un omicidio, e non importa niente che da un punto di vista legale sia considerato una cosa lecita, di fronte a Dio non lo è. E’ tanto bello quello che abbiamo sentito, questa donna che non ascolta le voci dei familiari, amici, medici, ma ascolta la voce di Dio e prega, prega, prega, e nasce un bambino sanissimo. Io mi sono trovato contemporaneamente a che fare con due casi, uno era un bambino ed uno era una bambina. I medici in tutti e due i casi consigliavano l’aborto perché assicuravano che il bambino e la bambina sarebbero nati malformati. Sono nati due splendidi figlioli. Fidiamoci di Dio, però preghiamo con insistenza perché il Signore non resiste alla preghiera fatta con fede, con vera fede.

Riusciro a superare quella difficoltà?

Per prima cosa non bisogna mai farsi suggestionare, il Signore dona una forza maggiore di qualsiasi male. La suggestione accentua gli influssi negativi.

Questa voce è stata pubblicata in P. Gabriele Amorth. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Intervista a P. Gabriele Amorth –16-

  1. 4tu ha detto:

    ciao!e grazie mille per l\’amici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...