Intervista a P. Gabriele Amorth –18-

Tratto da: Esorcismo e preghiere di liberazione

* * *

Lei crede alle sensitive?

Credo nei carismatici, cioè in persone che hanno ricevuto dallo Spirito Santo dei doni particolari. Attenzione però; il numero 12 della Lumen Gentium dice che spetta ai vescovi verificare se uno è veramente un carismatico. Ci sono tanti carismi, basta leggere la prima lettera di S. Paolo ai Corinzi che ne enumera molti. Tutti però devono conoscere i requisiti che contraddistinguono i carismatici. Devono essere persone di grande preghiera, ma non basta. Infatti ci sono dei maghi che vanno in Chiesa, fanno la comunione, e sono dei satanisti. Poi devono essere persone umili. Se uno dice di avere dei carismi, è certo che non li ha, perché l’umiltà porta al nascondimento. Stanno facendo il processo di beatificazione a un frate cappuccino vissuto nel 500, Padre Matteo D’Agnano. Pur avendo tanti carismi, soltanto dietro il comando del suo superiore interveniva, altrimenti mai. Nessuno sapeva dei carismi che aveva. Agiva solo per obbedienza. Ha guariti e liberati tanti indemoniati, era veramente un portento. Mai andava di sua volontà, perché cercava di nascondere questi suoi doni in tutta umiltà. Ecco, i veri carismatici amano il nascondimento. Diffidate di chi sbandiera i doni e ha lunghe file in attesa.

Le ho chiesto questo perché di una persona morta in Kenia non si trovava il cadavere. Una sensitiva ha detto di andare a vedere in un certo posto perché lì lo avrebbero trovato. E così è stato.

Io ho conosciuto un uomo che aveva questo dono, è un dono naturale. Per 32 volte è stato invitato dalla polizia a trovare dei corpi e lui li ha trovati. Non è un carisma, è un dono naturale, è una sensibilità naturale. Questa persona non ha alcuna sensibilità per riconoscere se si è in presenza di un indemoniato. La sua capacità non ha niente a che fare con i fenomeni preternaturali, ma solo con i fenomeni naturali. E’ possibile quindi che la sensitiva di cui lei parla abbia questo dono, e sappia il luogo dove si trova il corpo di un defunto.

Stiamo alla larga dai sensitivi?

State alla larga dai sensitivi e dai falsi carismatici, da quelli che parlano con p.Pio, che parlano con il Signore, che parlano con la Madonna e vi riferiscono immediatamente le risposte che danno alle loro domande. State alla larga da queste persone e fidatevi invece della preghiera, dei sacramenti, dei sacerdoti e di quello che vi insegna la Chiesa.

E’ vero che le divinità antiche o gli idoli sono in realtà dei demoni utilizzati da satana per sviare l’uomo?

Potrebbe essere vero. Il demonio si serve degli idoli per compiere le sue azioni. Gli idoli che Dante chiama "dei falsi e bugiardi" in realtà sono niente. Abbiamo in mente quel salmo che dice: "Hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono, hanno orecchie e non odono" o altri passi in cui si deride l’uomo che fabbrica da sè gli idoli e poi adora ciò che ha costruito. Il demonio può anche servirsi degli idoli per allontanare l’uomo da Dio, per tentare l’uomo e condurlo al peccato. Abbiamo presente certi idoli, certi dei, pensate a Venere o Diana degli Efesini che aveva delle sacerdotesse consacrate a lei che facevano la prostituzione sacra. Guardate che assurdità quella di mettere il sacro con la prostituzione. Qui vedete chiaramente come il demonio si serviva di certi idoli e di certe credenze per portare l’uomo al peccato.

Questa voce è stata pubblicata in P. Gabriele Amorth. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...