Intervista a P. Gabriele Amorth –20-

Tratto da: Esorcismo e preghiere di liberazione

* * *

Che differenza c’è tra un mago e un esorcista? 

Qui me la cavo con una battuta. Il mago (quello vero) agisce con la forza di satana. L’esorcista agisce con la forza del nome di Cristo "nel mio nome caccerete i demoni".

Il fatto di non trovare esorcisti spinge spesso ad andare dai maghi.

Purtroppo è una difficoltà reale, ringrazio il cielo se il Signore ha acconsentito che anch’io possa aver dato il contributo perché in Italia siano stati nominati circa 200 nuovi esorcisti. Certamente il numero degli esorcisti è ancora insufficiente rispetto alle richieste. Ricordo inoltre l’importanza del partecipare ad incontri di preghiera, presso gruppi che fanno preghiere di guarigione e liberazione: nulla sostituisce la preghiera e gli strumenti di grazia, che sono di gran lunga più importanti degli esorcismi che pongo sempre al settimo posto nella mia graduatoria, come efficacia ed importanza.
Al primo posto c’è il vivere in grazia di Dio, al secondo c’è la Confessione, il sacramento della riconciliazione, al terzo metto la messa, al quarto la comunione, al quinto posto ci metto l’Adorazione, al sesto posto ci metto le preghiere tutte, con una particolare predilezione per i salmi ed il rosario, al settimo posto ci metto le benedizioni e i sacramentali tra i quali l’esorcismo. Infatti si può guarire anche da una possessione senza esorcismo, ma non si può guarire senza preghiere e sacramenti.

E’ peccato andare dai maghi?

Si. Chi va dai maghi è in abominio a Dio, è un peccato di superstizione che va contro il primo comandamento, perché il vero mago è legato a satana e crea un doppio legame con satana e con sé, lega le persone a sé.

E se si viene guariti?

Molte volte si tratta di guarigioni provvisorie in cui dopo un po’ lo stato di quell’anima diventa peggiore di prima
, come ci dice Matteo: il demonio che lascia un’anima vaga nel deserto poi torna con altri sette diavoli, ritorna lì e la situazione è peggio di prima. Altre volte capita che la guarigione sia duratura, ma si ammala la moglie, si ammalano i figli, diventa un disastro tale di cui non avete l’idea. Ossia il rimedio è sempre peggiore del male. Il male è un rimedio sbagliato.

Si deve prestare attenzione a comprare oggetti nei negozi di persone che si sospetta possano fare del male?

Attenzione a non avere il sospetto della minima cosa. Se si compra un oggetto in un negozio e si hanno dei dubbi, tuttalpiù lo si faccia benedire, ma solo se ci sono dubbi fondati. Non dobbiamo vivere di paure, quando si vive in grazia di Dio. Confidiamo nella protezione del Signore, nella protezione di Dio, altrimenti non si vivrebbe più.

Esiste il demone del gioco?

Si, è possibile, come i drogati che fanno un’enorme fatica ad uscirne fuori, conosco tante persone che hanno compiuto dei gesti orribili per il gioco. Per esempio conosco uno di Milano: ormai nessuna banca gli faceva credito, ed era carico di debiti. Una volta si trovava con una cambiale in scadenza, ed è riuscito quasi piangendo a convincere un amico a dargli il necessario per cambiare quella cambiale, e immediatamente ha impiegato quel denaro per il gioco. Vedete che qui il gioco diventa veramente un vizio e nei vizi il demonio centra sempre. Per cui il gioco può veramente anche essere ispirato, e guidato e accresciuto e mantenuto dalla suggestione del demonio. Si tratta però dell’azione ordinaria di satana. Nel gioco, come nella droga ci trovo sicuramente l’azione di satana.

Questa voce è stata pubblicata in P. Gabriele Amorth. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...