Ritagli dal ‘Diario’ di S. Faustina Kowalska –1-

Questa mattina, dopo aver fatto le mie pratiche di pietà, mi sono messa subito a lavorare all’uncinetto. Sentivo un gran silenzio nel mio  cuore. Sentivo che Gesù riposava in esso. Questa profonda e dolce consapevolezza della presenza di Dio, mi ha spinta a dire al Signore: «O Santissima Trinità, che dimori nel mio cuore, Ti prego, dai la grazia della conversione a tante anime quanti saranno i punti che farò oggi con questo uncinetto». Ad un tratto udii nell’anima queste parole:
«Figlia Mia, la tua richiesta è troppo grande».
«Gesù, dopo tutto per Te è più facile dare molto che poco».
«E’ vero. Per Me è più facile dare molto ad un’anima che poco; ma ogni conversione di un’anima peccatrice esige sacrificio».
«E per questo, Gesù, Ti offro questo mio lavoro sincero; non mi sembra che questa offerta sia troppo piccola per un così grande numero di anime. Del resto Tu, o Gesù, per trent’anni hai salvato le anime con un lavoro simile; e siccome la santa obbedienza mi proibisce le grandi penitenze e mortificazioni, per questo Ti prego, Signore, accetta queste inezie col sigillo dell’obbedienza come se fossero cose grandi».
Ed allora sentii nell’anima una voce: «Mia cara figlia, esaudisco la tua richiesta».

Dialogo tra Gesù e S. Faustina Kowalska (cfr. Diario)

Questa voce è stata pubblicata in S. Faustina Kowalska. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...